Tecnica di nuoto - Attivazione muscolare

Una corretta tecnica di nuotata prevede la maggior attivazione del muscolo Grandorsale nella fase di trazione.
 
Vediamo nel dettaglio la fase della bracciata:
  • out-sweep: è il movimento del braccio verso l'esterno e verso il basso nel quale si “aggancia l’acqua”, eseguendo una vera e propria PRESA.
  • down-sweep: è il movimento verso il basso e all’indietro, in cui si raggiunge la massima profondità della PASSATA.
  • in-sweep: consiste nell'adduzione del braccio verso l’interno e all’indietro, ed è la massima fase propulsiva di TRAZIONE nel nuoto.
  • up-sweep: è il movimento di distensione del braccio verso dietro ‘’spinta’’ e verso l’alto SPINTA.
  • recupero.
Uno degli errori più comuni è quello di “tirare” con il gomito.
In pratica, già nella fase di “out-sweep” e “down-sweep”, il gomito il gomito rimane basso verso il fondo (il gomito dovrebbe rimanere in alto rispetto alla mano se osserviamo il nuotatore in prospettiva dalla superficie dell’acqua verso il fondale).
 
Nuotata coretta in fase down-sweep
 
Una corretta esecuzione della fase subacquea prevede una maggiore applicazione della forza da parte del muscolo Grandorsale nella fase di trazione-IN-SWEEP, l’attivazione di questo muscolo inizia già nella fase di DOWN-SWEEP, e si manifesta massima nell’IN-SWEEP. Quando un nuotatore sente l’affaticamento del muscolo Girandolare significa che ha una nuotata corretta, mentre l’affaticamento del muscolo tricipite, che viene coinvolto maggiormente nella fase di spinta indietro e verso l’alto in fase UP-SWEEP, potrebbe significare un’atteggiamento di gomito basso già nella fase di presa OUT-SWEEP, che attiverebbe precocemente l’utilizzo del tricipite.